Orlando

Cosa si prova quando tua figlia va al gay pride dopo la strage di Orlando

Quando sono stata guest editor del programma Today di Bbc Radio 4, un paio d’anni fa, uno degli argomenti che ho proposto era “i giovani e internet” e in particolare il modo in cui la rete può rappresentare un grosso aiuto per gli adolescenti che cominciano a conoscere se stessi e a cercare amici e alleati. Leggi

Solidarietà dall’Italia a Orlando

Shoot me: colpiscimi, uccidimi, sparami, fotografami: nella notte tra sabato 18 e domenica 19 giugno, a Roma, Milano e Firenze, centinaia di poster sui muri di strade e piazze affermano la libertà di amare. A una settimana esatta dalla strage di Orlando, in Florida, un progetto collettivo di guerrilla art: 49 ritratti di baci omosessuali raccolti dal fotografo Gianluca Vassallo. Un bacio per ognuna delle persone uccise nella notte tra l’11 e il 12 giugno.

pubblicità
pubblicità
Donald Trump propone di impedire ai sospetti terroristi di comprare armi.
Donald Trump propone di impedire ai sospetti terroristi di comprare armi. Dopo la strage di Orlando, il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti ha dichiarato che incontrerà i rappresentanti della National rifle association (Nra), la lobby statunitense delle armi che lo sostiene nella corsa alla Casa Bianca, per discutere della questione. Trump ipotizza di impedire l’acquisto di armi solo a chi si trova nella lista dei presunti terroristi e nella no fly list, che vieta di prendere aerei da e per gli Stati Uniti.
Cos’ha detto Barack Obama dopo la strage di Orlando

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama chiede di applicare le leggi che permetterebbero di ridurre la diffusione delle armi nel paese e sottolinea che criminalizzare i musulmani come fa Donald Trump servirebbe solo a dare più forza agli estremisti del gruppo Stato islamico. Leggi

Arcobaleno a Orlando
Le parole di Donald Trump e Hillary Clinton dopo la strage di Orlando

In seguito all’attentato nel locale gay di Orlando, la candidata democratica e il suo avversario repubblicano spiegano come vogliono affrontare il problema della sicurezza. Il video dell’Afp. Leggi

Chi era il killer di Orlando

Il 12 giugno Omar Mateen è entrato nella discoteca Pulse di Orlando, in Florida. Ha aperto il fuoco contro i clienti del locale, uccidendo 49 persone e causando decine di feriti. Alcuni familiari o ex colleghi di lavoro descrivono il carattere dell’assassino. Il video del New York Times. Leggi

pubblicità
L’attentatore di Orlando aveva frequentato il locale gay in cui ha compiuto la strage
L’attentatore di Orlando aveva frequentato il locale gay in cui ha compiuto la strage. Il presidente statunitense Barack Obama ha spiegato che Omar Mateen, lo statunitense di 29 anni che ha aperto il fuoco in un locale gay di Orlando uccidendo 49 persone, potrebbe essersi ispirato al gruppo Stato islamico e radicalizzato online, ma non ci sono elementi che facciano pensare a un piano terroristico più esteso per colpire il paese. Secondo alcune inchieste giornalistiche, in passato Mateen aveva frequentato più volte il locale gay della strage e usava app per chat e incontri gay.
Cosa sappiamo della sparatoria a Orlando, in Florida

Circa cinquanta persone sono state uccise e 53 sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta il 12 giugno in una discoteca gay di Orlando, in Florida. È la strage con più vittime della storia degli Stati Uniti, ha detto il presidente Barack Obama in un messaggio alla nazione. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.