New Statesman

È un settimanale britannico di sinistra.

Un’oasi di pace nel cuore di Londra

Il rumore della città, gli schiamazzi dei bambini e le escavatrici al lavoro rendono solo più piacevole la cura delle piante e l’osservazioni degli insetti nel mio giardino. Leggi

Come ho imparato a difendermi in un settore dominato dagli uomini

Sono quarant’anni che batto i tamburi del femminismo, ma quando rifletto sui testi delle mie canzoni mi accorgo che avrei potuto fare molto più rumore. Leggi

pubblicità
Siamo i libri che leggiamo

Mio figlio si è sbarazzato dei libri dell’infanzia e dell’adolescenza. Anch’io ho cominciato a guardare con occhi nuovi quelli rimasti sugli scaffali, e ho scoperto che saranno ben pochi quelli di cui voglio liberarmi. Leggi

Ecco la storia della batterista Lindy Morrison e della nostra amicizia

Con Morrison, batterista dei Go-Betweens, negli anni ottanta ci sorprendevamo del maschilismo del mondo discografico e musicale. Ho voluto restituirle il ruolo centrale nella sua vita. Il posto che merita. E vale per tutte noi. Leggi

Per qualcuno il lockdown non finisce mai

Mentre lottiamo contro lo stress da confinamento, penso che chi convive con una malattia cronica o una disabilità affronta quotidianamente restrizioni simili a quelle che stiamo vivendo. Leggi

pubblicità
La carica del giardinaggio

Uno degli aspetti più rasserenanti di quest’attività è la possibilità di prevedere gli eventi. Sono le piante stesse a desiderare di crescere, quindi basterà dargli terra, acqua e luce e faranno il resto da sole. Leggi

Non voglio un Natale perfetto

In quest’anno complicato in cui il nostro mondo si è ristretto, anche le ambizioni e le aspettative si sono ridimensionate. Questo può aiutarci a godere delle piccole gioie. Leggi

Quanto mi manca la pista da ballo!

Mi manca quella febbrile euforia che avvolge e unisce tutti in pista. Chissà quando potremo di nuovo respirare e cantare in uno spazio affollato senza sentirci in pericolo… e questo pensiero mi rattrista. Leggi

Una nuova consapevolezza

Il mondo che prima mi dava ispirazione ora mi disgusta, e mi chiedo se da adesso in poi sarà sempre così. Tutta questa consapevolezza acquisita era forse già qui? Leggi

Calma apparente

Ogni giorno faccio una camminata, mi occupo del giardino e cucino, ma di notte i miei sogni rivelano il mio vero stato d’animo. Leggi

pubblicità
Un salto nel tempo con Hilary Mantel

Mentre per me e la mia famiglia prosegue l’isolamento, preparo liste e trovo rifugio nei complotti del sedicesimo secolo. Leggi

Il pericolo politico del nuovo virus

Una crisi sanitaria globale potrebbe favorire le ideologie nazionaliste, che puntano a chiudere i confini alle persone ma non ai capitali e alle merci. Leggi

La geopolitica delle epidemie

Nel corso della storia le grandi infezioni hanno condizionato i rapporti tra gli stati e spinto i governi a creare organizzazioni internazionali per combatterle. Leggi

Imparare ad amare Madonna

Non si va a vedere Madonna in cerca di vulnerabilità: lei è un mix di autodeterminazione, piacere e audacia. Leggi

Il paradiso dei gangster

Dalla fine della guerra fredda gli interventi militari dell’occidente sono stati controproducenti. Invece di rendere il mondo più sicuro, hanno favorito il crimine organizzato. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

pubblicità
Contraddizioni familiari

Mia madre è morta da tanti anni e il nostro rapporto è stato conflittuale, ma spesso sento il bisogno di raccontarle cose che la renderebbero orgogliosa di me. Leggi

In vacanza con la Brexit

Il mio passaporto appena rinnovato è bordeaux come sempre, ma non ha più la scritta Unione europea sulla copertina. Mi sembra di tornare indietro nel tempo. Leggi

Rapita da Brighton

Pensavo di fermarmi solo una notte, eppure eccomi ancora qui. L’aria salmastra corrode e ricopre di ruggine ogni cosa, e niente qui sembra mai nuovo. Leggi

La scuola è finita, basta lacrime

La fine della scuola è un po’ come ammettere che d’ora in poi loro si collocano nella nostra stessa parte di mondo, il mondo degli adulti, nel bene e nel male. Leggi

La donna che ha fatto tremare Google ed Apple

Margrethe Vestager è danese ed è la commissaria europea per la concorrenza. È stata lei a guidare l’offensiva di Bruxelles contro le multinazionali accusate di elusione fiscale. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.