18 aprile 2014 11:30

Lo scrittore colombiano Gabriel García Márquez è morto a 87 anni il 17 aprile, nella sua casa di Città del Messico.

Era malato da qualche tempo, qualche giorno fa i familiari avevano definito la sua salute “molto fragile”. L’8 aprile era stato dimesso dall’ospedale di Città del Messico dopo otto giorni di trattamento per una polmonite. García Márquez, chiamato dai suoi amici e dai suoi allievi Gabo, viveva in Messico dal 1961.

Giornalista e scrittore ha vissuto a Cartagena de Indias (Colombia), Barcellona e L’Avana. Da molti anni si era ritirato dalla vita pubblica. Considerato uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi in lingua spagnola, ha ricevuto il Nobel per la letteratura nel 1982. È diventato famoso nel 1967 con il romanzo Cent’anni di solitudine, considerato il suo capolavoro.