Oakland, California, 2015. La popolazione è di 390.724 abitanti e il 20,5 per cento vive sotto la soglia di povertà. (Matt Black, Magnum/Contrasto)

Geografia della povertà

19 ottobre 2015 14:52

Da due anni Matt Black usa Instagram per documentare la nuova geografia della povertà negli Stati Uniti e in particolare in California. Per questo lavoro, Geography of poverty, con cui ripercorre le sfide economiche che il suo paese deve affrontare, nel 2014 è stato scelto da Time come fotografo dell’anno su Instagram. Quest’anno ha vinto un altro premio molto prestigioso, il W. Eugene Smith Grant in humanistic photography.

Matt Black, quarantacinque anni, è originario della California Central valley, una pianura al centro dello stato che è una delle cinque aree metropolitane più povere degli Stati Uniti: uno spettro incastrato tra la Silicon valley e Hollywood.

“Le brucianti immagini di Black ritraggono l’America vista da 45 milioni di persone che vivono in povertà”, spiega il presidente della giuria Brian Storm. “Geography of poverty è un viaggio di 29mila chilometri che dona un volto a delle crude statistiche”.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.