22 marzo 2016 14:30

Il 22 marzo palazzo Braschi inaugura una grande mostra antologica, per la prima volta a Roma, su Mario Giacomelli (1925-2000). Con circa duecento fotografie in formato originale, La figura nera aspetta il bianco è un’immersione nell’arte, nella poesia e nella creatività di uno dei fotografi italiani più amati.

La mostra (aperta fino al 29 maggio) ospita le serie più famose di Giacomelli: dai primi scatti sulla spiaggia di Senigallia ai “pretini” in festa, fino alle atmosfere fuori del tempo di Scanno e alla storia Un uomo, una donna, un amore. Ma protagonista assoluto dell’opera del fotografo è il paesaggio marchigiano, che per tutta la sua vita non si è mai stancato di raccontare delineando uno stile caratterizzato dalla tensione drammatica e lirica tra bianco e nero.

L’evento è accompagnato da un libro pubblicato da Contrasto che alle immagini affianca i testi critici di Ferdinando Scianna, Christian Caujolle, Alistair Crawford, Goffredo Fofi, Roberta Valtorta, Paolo Morello e Alessandra Mauro.