06 marzo 2020 14:17

L’amore influenza profondamente le nostre vite e condiziona molte delle scelte che facciamo. Tutti noi abbiamo un intenso bisogno di essere amati. L’amore non è forse uno dei nostri bisogni fondamentali? E che succede quando questo bisogno viene negato? Alla ricerca di una narrativa che si opponesse a quella del conflitto, dell’odio e del rifiuto dell’altro, la piattaforma Slideluck Editorial per la fotografia e il multimedia contemporanei ha raccolto, con il bando intitolato Love me tender, i lavori di fotografi e artisti da tutto il mondo. E ha scoperto storie di amore, unione e tenerezza.

La crisi climatica è invece il tema del nuovo bando. Intitolato Tutto è collegato (Everything is connected), è un invito a “una riflessione su come gli eventi associati ai cambiamenti climatici siano indissolubilmente legati al modo in cui viviamo, mangiamo, votiamo, consumiamo, agiamo; ma anche al mondo ingiusto in cui viviamo”, spiega Maria Teresa Salvati direttrice di Slideluck Editorial.

Le linee tracciate dagli esseri umani per definire i confini e i muri che costruiamo appaiono ogni giorno più insensate. I virus non si fermano alla frontiera, né tanto meno i gas serra che alimentano la crisi climatica. Tutto è collegato. Gli insoliti cicloni che si sono abbattuti sulla penisola arabica nel 2018 hanno provocato l’attuale invasione di cavallette in Africa. E intanto lo scioglimento dei ghiacci polari fa salire il livello dei mari, minacciando le coste di mezzo mondo. Ma sta a noi decidere se, in realtà, l’intreccio che ci unisce può essere proprio la nostra salvezza.

“Quando il bando è stato lanciato non sapevamo che stava arrivando una pandemia che avrebbe coinvolto tutto il mondo. Ma ora sentiamo che il significato del tema Tutto è collegato è ancora più attuale”, scrivono gli organizzatori. Per questo hanno incluso tra gli argomenti anche l’attuale crisi globale legata al covid-19. “Oggi più di prima è evidente che siamo tutti collegati, non solo nel subire le conseguenze del cambiamento climatico e degli effetti catastrofici sul pianeta, ma anche perché se agiamo tutti insieme nella direzione opposta potremmo invertire questa tendenza”.

L’obiettivo delle iniziative di Slideluck Editorial è contribuire alla comprensione del mondo che ci circonda attraverso il ruolo sociale positivo che la fotografia contemporanea può avere. Con la collaborazione di partner internazionali, i lavori selezionati saranno raccolti in una proiezione multimediale che viaggerà per il mondo, dal Lagos Photo Festival in Nigeria, al festival di Internazionale a Ferrara.

Tutti i premi e le informazioni per partecipare al nuovo bando sono sul sito di Slideluck.

Questo articolo è stato aggiornato il 23 aprile 2020.