10 dicembre 2020 17:22

Nel 2019 il fotografo statunitense Gregory Halpern è andato in Guadalupa, un’isola dell’arcipelago delle Antille, nel mar dei Caraibi. L’isola è un’ex colonia francese e oggi è un un dipartimento d’oltremare della Francia. La schiavitù è stata abolita nel 1848.

La dissonanza tra la bellezza del posto e il suo passato drammatico ha spinto Halpern a cominciare la serie intitolata Let the sun beheaded be: “Ero curioso di conoscere i luoghi che esistevano oltre le mete turistiche, e al tempo stesso esplorare il rapporto tra colonialismo e turismo”.

Lasciandosi ispirare dalle opere del poeta martinicano Aimé Césaire, Halpern ha raccontato il presente dell’isola e le tracce del passato attraverso i paesaggi e le persone che ci abitano.

La serie è diventata un libro pubblicato da Aperture con un testo introduttivo scritto dal curatore Clément Chéroux.

Le foto di Halpern sono state realizzate nell’ambito del programma Immersion, una commissione francoamericana che sostiene la fotografia contemporanea.