14 maggio 2020 16:45

L’Onu avverte che la salute mentale è a rischio in tutto il mondo

In questo momento in tutto il mondo milioni di persone sono circondate da morte e malattia. L’isolamento, la crisi economica e la paura della pandemia potrebbero provocare gravi ripercussioni psicologiche.

Le Nazioni Unite hanno presentato un rapporto con delle linee guida sulla salute mentale e il covid-19. Gli esperti sottolineano l’importanza di sostenere psicologicamente i più vulnerabili sia durante sia dopo la pandemia.

“La salute mentale e il benessere della società sono state gravemente colpite dalla crisi sanitaria del nuovo coronavirus. Affrontare questo problema deve diventare una priorità”, ha dichiarato Devora Kestel, direttrice del dipartimento di salute mentale dell’Organizzazione mondiale della sanità.

“Diversi studi stanno già dimostrando l’impatto della pandemia sulla salute mentale a livello globale”, commenta la Reuters. “Gli psicologi affermano che i bambini sono ansiosi e in diversi paesi c’è un incremento dei casi di depressione e di ansia. La violenza domestica è in aumento e gli operatori sanitari segnalano un crescente bisogno di supporto psicologico. Milioni di persone stanno affrontando problemi economici. La disinformazione e le diverse voci sulla pandemia aumentano l’incertezza”.