Anche se appena il 5 per cento della popolazione keniana è stato vaccinato contro il covid-19, il ministro della salute Mutahi Kagwe ha annunciato che dal 21 dicembre per entrare negli uffici pubblici, in molte aziende e negozi servirà il certificato vaccinale. Criticata e considerata incostituzionale da attivisti e avvocati, la misura dovrebbe servire a convincere gli scettici, spiega The Standard. Il ministro, però, deve chiedersi perché tante persone esitano a vaccinarsi. Circolano molte notizie false sui vaccini, che andrebbero combattute con una corretta campagna d’informazione.

Questo articolo è uscito sul numero 1437 di Internazionale, a pagina 20. Compra questo numero | Abbonati