“La crisi della catena globale delle forniture comincia ad attenuarsi”, scrive il Wall Street Journal. In Asia diminuiscono le chiusure di impianti produttivi a causa del covid-19, il traffico nei porti commerciali torna alla normalità e si registrano meno problemi legati alla carenza di energia elettrica. Negli Stati Uniti, inoltre, le principali catene di rivenditori sostengono di aver già importato i beni necessari per le prossime festività di fine anno. Intanto le tariffe dei trasporti marittimi sono diventate nettamente più basse. Tuttavia, osserva il quotidiano statunitense, le aziende manifatturiere, quelle della grande distribuzione e le ditte di spedizioni prevedono che si tornerà alla normalità solo nel 2022.

Questo articolo è uscito sul numero 1437 di Internazionale, a pagina 116. Compra questo numero | Abbonati