Il 5 dicembre alcuni mezzi d’informazione hanno annunciato la morte di Hernán Darío Velásquez, noto come “El Paisa”, un comandante dissidente delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc). Velásquez sarebbe stato ucciso nello stato venezuelano di Apure da alcuni mercenari che cercavano di catturarlo per avere una ricompensa. “El Paisa”, scrive El Espectador, “era entrato nella guerriglia negli anni ottanta. Poi era stato negoziatore nei colloqui di pace all’Avana, ma nell’agosto del 2019 era apparso in un video del gruppo dissidente Segunda Marquetalia”.

Questo articolo è uscito sul numero 1439 di Internazionale, a pagina 31. Compra questo numero | Abbonati