Alcuni ricercatori hanno descritto il fossile di un ittiosauro comparso 244 milioni di anni fa. L’animale, chiamato Cymbospondylus youngorum, era un rettile marino gigantesco, con la testa lunga due metri, scrive Science. Si è evoluto tre milioni di anni dopo la comparsa degli ittiosauri, un tempo molto breve rispetto a quello impiegato dai cetacei per assumere dimensioni gigantesche. Non è chiaro perché gli ittiosauri abbiano avuto un’evoluzione così rapida verso il gigantismo. Nella foto: un cranio di Cymbospondylus youngorum

Questo articolo è uscito sul numero 1442 di Internazionale, a pagina 97. Compra questo numero | Abbonati