◆ Il parlamento europeo ha approvato una proposta della Commissione europea che vieta, a partire dal 2035, la vendita delle automobili con motori termici, come quelle a benzina e diesel. Da quella data sarà possibile comprare solo auto elettriche. Nei prossimi mesi i paesi membri dovranno prendere una decisione definitiva sul provvedimento, che aiuterà a raggiungere gli obiettivi di contrasto alla crisi climatica. Bruxelles punta a ridurre del 55 per cento le emissioni prodotte dalle auto entro il 2030, scrive la Reuters. Nel 2035 si dovrebbe arrivare a un taglio del 100 per cento delle emissioni di quelle nuove.

La svolta è stata accolta con favore dagli ambientalisti, anche se alcuni considerano il 2035 troppo lontano. Altri contestano l’estensione del divieto alle auto che usano carburanti sintetici o idrogeno, ma secondo Deutsche Welle hanno torto perché i motori elettrici sono molto più efficienti: usano fino al 95 per cento dell’energia per far muovere il veicolo, mentre quelli a combustione interna ne sprecano due terzi in calore. I motori elettrici dovrebbero anche richiedere una manutenzione minore. La transizione sarà facilitata dalla riduzione del prezzo delle auto elettriche che, secondo uno studio di Bloomberg new energy finance, raggiungerà quello dei veicoli tradizionali nel 2026. In seguito le auto a batteria dovrebbero diventare più economiche. Uno dei problemi da risolvere è la mancanza di una rete elettrica adeguata e di un numero sufficiente di punti di ricarica.

Questo articolo è uscito sul numero 1465 di Internazionale, a pagina 104. Compra questo numero | Abbonati