La regione del Tayside, in Scozia, cercava qualcuno che avesse “buona esperienza nel confrontarsi con persone di estrazione culturale e socioeconomica diversa, e in particolare con giovani donne che abbiano già avuto le mestruazioni”. Doveva anche “essere capace di parlare con donne più anziane di questioni inerenti la menopausa”. Il posto di lavoro in offerta era quello di period dignity officer, cioè responsabile per la dignità mestruale, un nuovo ruolo “che contribuisca a incoraggiare il dibattito e rimuovere lo stigma sul ciclo”. L’incarico è stato assegnato a Jason Grant. “Non riesco a capire chi pensi che sia una buona idea assumere un maschio per un lavoro del genere”, ha dichiarato Susan Dalgety, attivista per i diritti delle donne.

Questo articolo è uscito sul numero 1475 di Internazionale, a pagina 96. Compra questo numero | Abbonati