Dal 2024 nella città olandese di Haarlem sarà vietata la pubblicità della carne a basso costo, scrive la Süddeutsche Zeitung. È un’iniziativa senza precedenti lanciata dal partito ambientalista GroenLinks. In realtà il divieto sarà esteso anche ad altri prodotti considerati dannosi per l’ambiente, come i viaggi in aereo, le fonti d’energia fossili e le auto con motore a combustione. Ma probabilmente, aggiunge il quotidiano tedesco, la carne a basso costo è il tema che suscita più interesse nel paese, visto che in media ogni olandese mangia 67,1 chili di carne all’anno. L’industria della carne, intanto, ha cominciato a contestare la decisione, sostenendo che il divieto è illegale perché viola la libertà di opinione.

Questo articolo è uscito sul numero 1478 di Internazionale, a pagina 111. Compra questo numero | Abbonati