Nel cuore di Odessa

◆ Nel reportage di Roger Cohen su Odessa (Internazionale 1478) leggo di alcuni scontri avvenuti in città nel 2014, quando alla Casa dei sindacati scoppiò un incendio di origine incerta. L’edificio andò a fuoco e la causa del rogo non fu mai accertata per il semplice fatto che la magistratura e la polizia ucraina non svolsero mai indagini sulle responsabilità, come accertato da un rapporto dell’Onu. Quello che è certo è che al di fuori dell’edificio centinaia di sostenitori del nuovo governo, guidati da gruppi neonazisti, lanciarono bottiglie incendiarie. Spero che questa precisazione non mi faccia passare per un filoputiniano, ma era doveroso farla.
Giovanni Bongera

La miniera di Hambach

◆ Su Internazionale 1479 è pubblicata la foto satellitare della mostruosa miniera di lignite di Hambach, in Germania. In basso a destra, nella foto, si può (ancora) vedere un piccolo spazio scuro, che è quel che resta dell’antica foresta di Hambach: uno dei rarissimi esempi di foresta primaria europea ancora esistente. La foresta è ridotta al 10 per cento della sua estensione originaria proprio a causa delle attività estrattive della miniera, che ora hanno preso di mira anche questo brandello residuo. La difesa della foresta è portata avanti da anni da un gruppo di ecologisti locali che si sono più volte legati agli alberi per fermarne l’abbattimento. Mi sarei aspettato almeno un riferimento a questa piccola ma preziosa foresta e alla lotta in corso per difenderla.
Roberto Ambroso

Il tempo per cambiare le cose

◆ Nel suo articolo Rebecca Solnit (Internazionale 1479) invita a “vedere il mondo come una tartaruga” perché “i grandi cambiamenti della nostra epoca su temi come il genere, l’ambiente, il razzismo e altri sono stati graduali”. Difficile in questo momento condividere il suo ottimismo: di fronte alla crisi climatica non c’è più tempo e i pesci continuano a mangiare i migranti. In mancanza di chi possa conquistare il territorio più importante, “quello dell’immaginazione”, è più naturale sentirsi lumache che cercano rifugio nel proprio guscio.
Daniele Baldisserri

Errata corrige

◆ Su Internazionale 1478 a pagina 70 il testo corretto del grafico è “parti per milione”.

Errori da segnalare? correzioni@internazionale.it

Questo articolo è uscito sul numero 1480 di Internazionale, a pagina 18. Compra questo numero | Abbonati