La preeclampsia e l’ipertensione in gravidanza hanno basi genetiche. Confrontando il genoma di circa ventimila donne sono emerse diciannove varianti, dodici delle quali associate alla preeclampsia e sette all’ipertensione. I ricercatori hanno calcolato il rischio di soffrire di queste due patologie gestazionali, che mettono in pericolo la vita della donna e del nascituro, in presenza di ciascuna variante. Serviranno però ulteriori studi per determinare il reale rischio poligenico. La ricerca, non ancora sottoposta a revisione paritaria, è stata pubblicata su
medRxiv.

Questo articolo è uscito sul numero 1494 di Internazionale, a pagina 97. Compra questo numero | Abbonati