Nel 1993 milioni di statunitensi seguirono il processo a O.J. Simpson: l’eroe sportivo era colpevole di omicidio? Fu una delle prime volte in cui un evento giudiziario fu trasformato in spettacolo. Oggi riviviamo quel fenomeno con il processo tra Johnny Depp e l’ex moglie Amber Heard. Sui social network ci sono un’infinità di contenuti, tra cui meme e compilation di momenti buffi: sono i fan, e non i giornalisti, a produrre gran parte del materiale. Il risultato è surreale, fra il true crime e la parodia: “Dovremmo preoccuparci del messaggio che trasmettiamo a chi sopravvive a situazioni simili, e cioè che sarà ridicolizzato”, ha detto a Vice la specialista in violenza domestica Evie Muir.
Gaia Berruto

Questo articolo è uscito sul numero 1461 di Internazionale, a pagina 88. Compra questo numero | Abbonati