YouTube d’ora in poi evidenzierà le parti “più riprodotte” dei suoi video nella barra di avanzamento. La funzione, prima disponibile solo agli abbonati della versione Premium, permetterà agli utenti di muoversi velocemente sui contenuti per guardare solo le parti considerate importanti, notando a occhio, grazie a un grafico, quali sono i frammenti più popolari. Questa è solo una delle funzioni che YouTube ha in mente per dividere i video in blocchi più corti e gestibili. Una scelta interessante per una piattaforma leader nei contenuti di lunga durata, ma che evidentemente sente la pressione dei concorrenti, vedi TikTok o Instagram, che stanno abituando gli utenti alla super frammentazione.
Gaia Berruto

Questo articolo è uscito sul numero 1463 di Internazionale, a pagina 94. Compra questo numero | Abbonati