“Circa il 40 per cento dei giovani quando cerca un bar non va su Google o su Google Maps, ma su Instagram e TikTok”. A dirlo è Prabhakar Raghavan, dirigente di Google, che durante un evento ha ammesso che i servizi rivali non erodono solo il traffico di YouTube, ma di tutte le funzioni classiche di Google. “I nuovi utenti di internet non hanno le aspettative e la mentalità a cui siamo abituati”, ha spiegato. Insomma, potrà sembrare strano ai più anziani, ma le nuove generazioni usano i video anche per trovare un ristorante. Non solo, in alcuni paesi, la voce ora guida il 30 per cento di tutte le ricerche, perché i più giovani non si prendono neanche la briga di digitare. 
Gaia Berruto

Questo articolo è uscito sul numero 1470 di Internazionale, a pagina 90. Compra questo numero | Abbonati