Olga ha un sogno, quasi un’ossessione. Vuole trasferirsi su un altro pianeta. Un po’ perché il cielo la affascina, un po’ perché gli esseri umani li trova fastidiosi. Hanno i piedi puzzolenti, non raccolgono la cacca dei cani e schiacciano gli insetti per divertimento. Ma non le fate notare che anche lei è un’essere umano. È un particolare su cui non vuole soffermarsi. Olga ha una migliore amica trovata un giorno nella spazzatura. È un esserino paffutello e tutto rosa. Certo puzza un po’, ma è adorabile. Olga vuole bene da morire a questa creaturina che si chiama Meh: è convinta che sia una paffutella aliena di chissà quale galassia. Per questo vuole lasciare la Terra, per scoprire da quale pianeta viene Meh. Quindi Olga comincia a pianificare il suo viaggio spaziale. Deve prepararsi per bene. Deve studiare tantissimo. Scopre così cose incredibili, come le storie delle astronaute e degli astronauti. E scopre anche che alcuni insetti sono diventati astronauti, come i moscerini della frutta mandati in orbita dalla Nasa. Insomma un mondo di scoperte e di domande. Ci saranno i biscotti nello spazio? Elise Gravel in questo secondo libro dedicato a Olga supera se stessa e saprà far divertire i più piccoli.

Questo articolo è uscito sul numero 1432 di Internazionale, a pagina 88. Compra questo numero | Abbonati