N el gennaio 2021, quando il social network Reddit è diventato il centro turbolento dell’universo finanziario, il suo cofondatore Alexis Ohanian ha parlato di “rivoluzione” e ha aggiunto che rappresentava “l’occasione per le persone comuni che comprano azioni di mostrare i muscoli e contrattaccare”. Forse un giorno, rifletteva Ohanian in un’intervista rilasciata alla Cnbc il 28 gennaio 2021, i protagonisti di WallStreetBets potranno fare molto di più che tendere imboscate. Magari potranno ottenere risultati migliori rispetto agli investitori professionisti pagati profumatamente. WallStreetBets è il forum di Reddit da cui nel gennaio 2021 è partita l’azione coordinata di migliaia di piccoli risparmiatori che, con l’acquisto in massa di azioni, hanno fatto schizzare alle stelle il valore di alcuni titoli (chiamati meme stock, azioni meme), infliggendo gravi perdite a una serie di grandi investitori che invece avevano puntato su un crollo.

Quegli speculatori amatoriali hanno trasformato il 4,69 per cento delle azioni della GameStop, una catena di negozi di videogiochi da tempo in difficoltà, nel titolo più richiesto del mondo. Pensavano di aver preso due piccioni con una fava: infliggere un duro colpo a Wall street e allo stesso tempo fare un sacco di soldi. Tuttavia ai rivoluzionari non è andata bene né con il primo né con il secondo obiettivo. Dopo aver raggiunto il picco a gennaio 2021, il prezzo delle azioni della GameStop è precipitato di quasi il 90 per cento in una settimana. E se n’è avvantaggiato soprattutto un piccolo gruppo d’investitori e manager di Wall street, che è diventato ancora più ricco.

L’impennata della GameStop è stata spesso descritta come un trionfo dei dilettanti sui professionisti alimentato dai social network. I consigli postati su WallStreetBets si diffondevano velocemente su TikTok, Twitter e sulla piattaforma di messaggistica Discord, permettendo a masse d’investitori in tutto il mondo di agire insieme e perfino d’influenzare i mercati. Circolavano meme in cui si vedevano immagini delle loro aziende preferite sulla superficie della Luna, per far capire fin dove intendevano far arrivare le loro azioni. Dicevano di voler sfidare i fondi speculativi che scommettono sul ribasso dei titoli. Alcuni di quei piccoli investitori in effetti hanno guadagnato quando WallStreetBets è cresciuto, passando da meno di due milioni di partecipanti all’inizio del gennaio 2021 a più di undici milioni. Keith Gill, noto come Roaring kitty (Gattino ruggente), è diventato un eroe degli utenti di Reddit dopo aver guadagnato decine di milioni di dollari. Alcuni a Wall street se la sono passata male: il fondo speculativo Melvin Capital, per esempio, un anno fa ha perso sei miliardi di dollari. Anche altri fondi hanno subìto pesanti perdite.

Tavoli rovesciati

Quando il polverone si è disperso, però, l’immagine di tavoli rovesciati in faccia ai finanzieri statunitensi non era la più adatta a descrivere la situazione. Gli investitori che hanno comprato azioni della GameStop un anno fa e non le hanno più vendute hanno perso molti soldi. Quando i prezzi delle azioni meme hanno raggiunto livelli assurdi, è entrato in gioco un gruppo di investitori professionisti di lungo corso. Un veterano che ha dichiarato di aver guadagnato milioni di dollari grazie alla Game­Stop è Bill Gross, noto come il “re delle obbligazioni”. È andato in pensione dopo aver guidato per anni il colosso californiano della gestione patrimoniale Pimco. Mentre la frenesia intorno alla Game­Stop raggiungeva il picco, il miliardario dichiarava che “il suo cuore era da molti anni con la main street”, con la gente comune. E avvertiva che chi scommetteva su quei titoli era “un pollo da spennare al tavolo da poker” e “non parte di una cricca d’investitori esperti”.

Intanto Gross vendeva azioni quando gli investitori di Reddit le compravano, impegnandosi a ricomprarle a una data stabilita. Non era una scommessa certa. In seguito, in un podcast del Wall Street Journal, Gross ha dichiarato che a un certo punto si era ritrovato sotto di dieci milioni di dollari, ma alla fine, quando le azioni della GameStop si erano inabissate, ne era uscito con un guadagno di dieci milioni. “È stata una bella sensazione”, ha affermato. “Un’esperienza. È come la prima volta che guidi la macchina o la prima volta che vai su una pista da sci”.

Nel primo trimestre del 2021 la Morgan Stanley ha raddoppiato i profitti

In mezzo a tutto questo vendere e comprare c’erano delle aziende che hanno tratto benefici correndo meno rischi rispetto ad altri vincitori. È il caso dell’app di trading Robinhood, che ha gettato le basi di una moda in grado di attirare milioni di persone, in gran parte giovani allettati dalla possibilità di scommettere in borsa senza commissioni e di ricevere in regalo delle azioni, come in una lotteria.

Il gioco ha funzionato anche troppo bene: per un breve periodo Robinhood è stata costretta a interrompere l’acquisto di diversi titoli meme e ha dovuto raccogliere in pochissimo tempo più di un miliardo di dollari per riuscire a soddisfare la crescente domanda di contanti prodotta da quegli scambi frenetici. Tuttavia è sopravvissuta e nel primo trimestre del 2021 ha guadagnato quasi il doppio dei soldi incassati in tutto il 2019. Mesi dopo è venuto fuori che i due fondatori di Robinhood, Vlad Tenev e Baiju Bhatt, erano diventati miliardari. “Siamo fieri di aver reso gli investimenti più accessibili a una nuova generazione, gettando le basi affinché il nostro modello senza commissioni sia adottato da tutto il settore”, ha affermato una portavoce di Robinhood. “Donare azioni alle persone che hanno condiviso Robinhood con i loro amici non è solo un premio, ma aiuta gli investitori della prima ora a percepirsi come proprietari. Respingiamo l’idea che si possa parlare di ‘investimenti’ solo se sei ricco”.

In realtà Robinhood ha creato opportunità per diversi colossi della finanza. Per esempio per la Citadel Securities, un’azienda di trading elettronico controllata da Ken Griffin, miliardario attivo nel mondo dei fondi speculativi. La Citadel Securities esegue gran parte degli ordini inviati dai piccoli investitori attraverso Robinhood e altre piattaforme d’intermediazione finanziaria, come la Td Ameritrade. L’azienda paga Robinhood per il diritto di eseguire quegli ordini: i suoi potenti computer li evadono in un nanosecondo, facendo anche molte piccole scommesse che possono generare tutte insieme profitti per miliardi di dollari. In una testimonianza davanti alla camera dei rappresentanti degli Stati Uniti nel febbraio 2021, Griffin ha affermato di non aver avuto alcun ruolo nella controversa decisione di Robinhood di limitare gli scambi sulla GameStop quando le azioni della catena avevano raggiunto il picco massimo. E perché avrebbe dovuto farlo? Il 27 gennaio 2021 la Citadel Securities ha eseguito ordini su 7,4 miliardi di azioni per conto di piccoli investitori, più del volume medio quotidiano dell’intero mercato azionario statunitense nel 2019, ha osservato Griffin.

Nella vicenda hanno guadagnato soldi anche alcune grandi banche di Wall street. Nel primo trimestre del 2021 la Morgan Stanley, che in qualità di proprietaria della piattaforma di trading online ETrade era la società di intermediazione di Roaring kitty e di milioni di altri piccoli investitori, ha raddoppiato il suo profitto netto, arrivando a 1,4 miliardi di dollari. “Più clienti, più coinvolgimento, più attività, più contanti”, ha dichiarato il direttore finanziario dell’istituto, Jonathan Pruzan, nel febbraio 2021. Il numero di scambi effettuati da clienti di ETrade, ha aggiunto, è stato smisurato. La Goldman Sachs ha cavalcato la stessa onda, guadagnando in quel periodo 6,8 miliardi di dollari e ottenendo il suo rendimento più alto degli ultimi dodici anni.

Un anno dopo alcuni insider della Game­Stop sono andati via e altri hanno goduto dei profitti generati dalle azioni meme. I dirigenti della catena di negozi hanno lasciato l’azienda nei mesi successivi all’impennata del titolo strappando buonuscite da 290 milioni di dollari: più del valore complessivo dell’azienda prima di essere notata dal forum WallStreetBets.

Anche Reddit, il sito che ha fatto da palcoscenico agli investitori dilettanti, se l’è cavata bene. È passato da una valutazione di tre miliardi di dollari nel 2019 ai dieci miliardi di dollari dell’estate 2021, dopo che WallStreetBets ha contribuito ad accrescere la sua notorietà. L’azienda proprietaria ha fatto domanda per la quotazione in borsa. Il cofondatore e amministratore delegato di Reddit, Steve Huffman, ha dichiarato al Wall Street Journal che gli sarebbe piaciuto vedere partecipare al debutto in borsa anche i piccoli risparmiatori, che di solito però sono esclusi dagli accordi più interessanti. Saranno della partita invece i protagonisti di Wall street. Al momento l’operazione è guidata dalla Goldman Sachs e dalla Morgan Stanley. ◆ gim

Questo articolo è uscito sul numero 1446 di Internazionale, a pagina 100. Compra questo numero | Abbonati