20 novembre 2014 14:22

La corte d’appello di Stoccolma ha confermato il mandato d’arresto per il fondatore di Wikileaks Julian Assange, accusato di reati sessuali in Svezia. Assange, che nel 2012 ha ricevuto asilo politico nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, aveva chiesto al giudice di annullare il provvedimento. Afp