Confermato il mandato d’arresto per Julian Assange

Lo ha deciso una corte di Stoccolma. Questo significa che il fondatore di Wikileaks, se lascerà l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, verrà estradato in Svezia

Confermato il mandato d’arresto per Julian Assange

20 novembre 2014 14:22

La corte d’appello di Stoccolma ha confermato il mandato d’arresto per il fondatore di Wikileaks Julian Assange, accusato di reati sessuali in Svezia. Assange, che nel 2012 ha ricevuto asilo politico nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, aveva chiesto al giudice di annullare il provvedimento. Afp

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Baghdad chiede indietro i suoi tesori archeologici
Zuhair al Jezairy
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.