Un poliziotto uccide un nero disarmato a Phoenix

05 dicembre 2014 10:20

La sera del 2 dicembre un poliziotto di Phoenix ha ucciso un nero disarmato durante una colluttazione. La vittima si chiamava Rumain Brisbon e aveva 34 anni.

Secondo le prime ricostruzioni, in un primo momento Brisbon si trovava a bordo di un suv di fronte a un minimarket. Il poliziotto gli ha chiesto di mettere le mani in alto, ma l’uomo è uscito dall’auto e ha cominciato a fuggire. L’agente l’ha inseguito ed è riuscito a fermarlo. È nata una colluttazione e il poliziotto, convinto che Brisbon avesse una pistola in mano, gli ha sparato. All’arrivo dei soccorsi, l’uomo era già morto. L’oggetto che era nelle mani di Brisbon era in realtà una scatola di pillole di ossicodone.

“L’agente ha dato al sospettato diversi ordini di arrendersi ma l’uomo non ha ubbidito, urlando volgarità”, si legge nel comunicato della polizia pubblicato il 3 dicembre. Reuters

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Serotonina narcos
Pier Andrea Canei
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.