15 dicembre 2014 12:25

Le sei nuove ordinanze di custodia cautelare all’interno dell’inchiesta Mafia capitale riguardano l’operazione “Ghost ship”, portata avanti dalla guardia di finanza e dai carabinieri, e si riferiscono alla consegna di milioni di litri di prodotto petrolifero presso il deposito della marina militare di Augusta, in Sicilia.

L’indagine ha scoperto un traffico di falsi rifornimenti di una nave naufragata nel settembre 2013. “Grazie ai fittizi trasporti della fantomatica ‘Victory I’, mai attraccata nel porto di Augusta, è stata attestata falsamente la fornitura di oltre 11 milioni di litri di gasolio navale, del valore complessivo di oltre 7 milioni di euro, pari al danno subìto per le casse dell’erario”, si legge nel comunicato della guardia di finanza.

I sei arresti riguardano Mario Leto, capitano di corvetta della marina miliare, Sebastiano Distefano, primo maresciallo della marina militare, Salvatore Mazzone, maresciallo della marina militare, e Lars P. Bohn, Massimo Perazza, Andrea D’Aloja, titolari di società complici dei rifornimenti fittizi. Guardia di finanza