22 dicembre 2014 12:36

Il governo russo ha annunciato l’introduzione di una tassa sull’esportazione di cereali, nella speranza di abbassare il prezzo del grano in aumento a causa della svalutazione del rublo.

Gli agricoltori russi hanno approfittato del crollo della valuta nazionale per aumentare le esportazioni, facendo salire i prezzi del grano nel mercato nazionale, nonostante un raccolto molto abbondante.

Il vice primo ministro Arkady Dvokovitch ha dichiarato che le misure di tassazione saranno avviate entro 24 ore. Afp