25 dicembre 2014 11:02

Un giovane mauritano è stato condannato a morte per apostasia da un tribunale di Nouadhibou, nel nordest del paese. Mohamed Cheikh Ould Mohamed, in un articolo pubblicato su internet, aveva criticato il profeta Maometto. Inutili le scuse presentate dall’uomo durante il processo. Si tratta della prima condanna a morte per apostasia della storia della Mauritania. Afp