Si dimette la copresidente della Sony pictures dopo l’attacco hacker 

Amy Pascal, copresidente della Sony pictures entertainment, si è dimessa in seguito all’attacco hacker che ha colpito l’azienda a fine novembre

Secondo gli esperti l’attacco hacker alla Sony è stato fatto da un’ex dipendente

30 dicembre 2014 16:49

Secondo un’inchiesta della Norse, un’azienda statunitense specializzata in sistemi di sicurezza, l’attacco informatico contro la Sony Pictures è stato compiuto da un’impiegata licenziata dall’azienda e non dalla Corea del Nord, come sostenuto all’inizio dall’Fbi.

La Norse, che il 29 dicembre ha comunicato all’Fbi i risultati delle sue ricerche, sostiene che la donna avrebbe agito insieme a un gruppo di hacker ancora non identificati. La Corea del Nord ha sempre negato la sua responsabilità nella vicenda.

Secondo le informazioni raccolte dalla Norse la donna, che si fa chiamare Lena e sostiene di far parte del gruppo Guardians of peace, ha lavorato alla Sony dieci anni prima di lasciarla a maggio. Cbs News, Politico

pubblicità

Articolo successivo

Mobilità femminili
Pier Andrea Canei