12 gennaio 2015 16:00
  • È un gruppo terroristico attivo in Nigeria, fondato nel 2002.
  • Il nome ufficiale in arabo è Jama’atul ahlis sunnah lidda’awati wal jihad, cioè “Popolo impegnato a diffondere gli insegnamenti del profeta e al jihad”.
  • Dopo essersi fatto conoscere per la sua opposizione all’istruzione occidentale, si guadagna il soprannome di Boko haram, che in lingua hausa significa “l’educazione occidentale è proibita”.
  • Nel 2009 lancia le sue prime operazioni per creare uno stato in cui sia in vigore la legge islamica, la sharia.
  • Il fondatore, Mohammed Yusuf, è ucciso dalla polizia nel 2009. Il suo posto viene preso da Abubakar Shekau.
  • Nel 2013 viene inserito dagli Stati Uniti nella lista dei gruppi terroristici.
  • Il 14 aprile 2014, Boko haram rapisce 270 ragazze tra i 16 e i 18 anni a Chibok, nello stato di Borno. Una cinquantina riescono a scappare, le altre sono ancora nelle mani dei terroristi.
  • Nelle prime settimane del 2015 gli attacchi di Boko haram si intensificano con l’inizio della campagna elettorale del presidente Goodluck Jonathan. Le elezioni si tengono il 14 febbraio.
  • Attualmente il gruppo terroristico controlla il 70 per cento dello stato di Borno.