La lunga marcia della Cina verso occidente

20 marzo 2015 11:45

Il treno merci partito il 18 novembre 2014 da Yiwu, 300 chilometri a sud di Shanghai, in Cina, e arrivato a Madrid, in Spagna, il 9 dicembre, ha inaugurato una linea ferroviaria lunga 13mila chilometri che attraversa la Cina da est a ovest, il Kazakistan, la Russia, la Bielorussia, la Polonia, la Germania, la Francia e la Spagna. È la rotta ferroviaria più lunga del mondo.

Il presidente cinese Xi Jinping sta cercando di coinvolgere nel progetto della Nuova via della seta paesi come il Tagikistan, le Maldive, lo Sri Lanka, l’India e l’Afghanistan. Un’importante tratta del percorso attraverserà infatti l’Asia centrale, l’Iran e la Turchia. Istanbul diventerà uno snodo fondamentale, mentre l’Asia centrale e l’Iran stanno già sviluppando progetti per connettersi alla nuova rotta. Un’altra porzione importante del percorso seguirà la linea ferroviaria Transiberiana, con Mosca come snodo centrale. Anche città come Rotterdam, Duisburg e Berlino potrebbero diventare snodi di questa ferrovia del futuro.

Una via della seta marittima partirà dalla provincia cinese del Guangdong percorrendo lo stretto di Malacca, l’oceano Indiano, il Corno d’Africa, il mar Rosso e il Mediterraneo, terminando a Venezia. Tom Dispatch

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La macchina del consenso di Erdoğan
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.