31 maggio 2015 15:38

È esplosa una bomba nel mercato di Gamboru, a Maiduguri, la città assediata dai jihadisti di Boko haram, che dal 29 maggio hanno lanciato una nuova offensiva contro l’esercito nigeriano e contro la città di due milioni di abitanti, capitale dello stato di Borno, nel nordovest del paese.

Sale inoltre il bilancio delle vittime dell’attentato suicida avvenuto ieri all’esterno di una moschea durante l’ora della preghiera, sempre a Maiduguri. Le vittime dei diversi attacchi di ieri sono circa 30.

L’offensiva è stata lanciata dal gruppo terroristico, dopo che il 29 maggio il nuovo presidente Muhammadu Buhari si è insediato alla guida del paese. Durante il suo discorso d’insediamento Buhari ha promesso che la lotta al terrorismo sarà la priorità del suo governo e ha annunciato che sarà trasferito proprio a Maiduguri il centro di coordinamento dell’esercito per gestire meglio la controffensiva verso il gruppo terroristico di matrice jihadista, affiliato al gruppo Stato islamico. Ma la risposta di Boko haram non si è fatta attendere.