La proposta francotedesca per la ripartizione dei richiedenti asilo

03 settembre 2015 18:50

Il 3 settembre la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese François Hollande hanno dichiarato di aver trovato un accordo per presentare una nuova proposta per la ripartizione dei richiedenti asilo secondo un sistema di quote nell’Unione europea che sia obbligatorio e permanente. Hollande ha detto che il piano sarà sottoposto ai ministri dell’interno europei che si riuniranno il 14 settembre. La cancelliera tedesca ha anche chiarito che le quote di ripartizione sono previste solo per i richiedenti asilo, invece i migranti irregolari non in possesso dei requisiti per l’asilo saranno rimpatriati.

Ieri i ministri di Italia, Germania e Francia hanno inviato a Federica Mogherini, l’Alta rappresentante per la politica estera dell’Unione europea, un documento per sollecitare nuove misure sulla ripartizione dei richiedenti asilo tra gli stati dell’Unione e la condivisione delle frontiere. Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Junker, intanto, si prepara a chiedere ai 28 paesi dell’Unione di ricollocare altri 120mila richiedenti asilo arrivati in Europa negli ultimi mesi, oltre ai 30mila che sono stati già ricollocati.

Il 4 settembre i ministri degli esteri dei paesi dell’Unione s’incontreranno per discutere del futuro della missione navale contro i trafficanti nel Mediterraneo Eunavfor Med.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Nella terra dei migranti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.