Il vicepresidente delle Maldive arrestato perché voleva uccidere il presidente

24 ottobre 2015 10:32

Il vicepresidente delle Maldive arrestato perché voleva uccidere il presidente. Ahmed Adeeb è stato fermato all’aeroporto mentre tornava da un viaggio diplomatico. È accusato di aver organizzato un attentato contro il presidente Abdulla Yameen. Yameen è sopravvissuto a un’esplosione avvenuta il 28 settembre a bordo della nave che lo stava riportando alle Maldive dopo un viaggio in Arabia Saudita.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.