14 marzo 2016 09:43

Il 13 marzo un gruppo di uomini armati ha ucciso almeno sedici persone a Grand Bassam, una località turistica della Costa d’Avorio, a circa venticinque chilometri da Abidjan.

Gli attentatori hanno preso d’assalto alcuni resort della zona, molto frequentata da turisti occidentali. Tra le vittime ci sarebbero due soldati, ha detto il presidente Alassane Ouattara, e quattro europei, tra cui un francese e un tedesco.

L’attentato è stato rivendicato dal gruppo jihadista Al Qaeda nel Maghreb islamico.

Soldati sulla spiaggia di Grand Bassam, in Costa d’Avorio, dopo l’attentato, il 13 marzo 2016. (Luc Gnago, Reuters/Contrasto)
Le forze di sicurezza evacuano uno dei resort di Grand-Bassam coinvolto nell’attentato, il 13 marzo 2016. (Sia Kambou, Afp)
Il presidente della Costa d’Avorio Alassane Ouattara parla ai giornalisti dopo l’attentato a Grand Bassam, il 13 marzo 2016. (Luc Gnago, Reuters/Contrasto)