La giornalista statunitense Amy Goodman sotto processo per aver documentato le proteste in North Dakota

17 ottobre 2016 12:34

La giornalista statunitense Amy Goodman sotto processo per aver documentato le proteste in North Dakota. La reporter di Democracy Now! è accusata di “sommossa” dal procuratore dello stato per aver mostrato in un video le manifestazioni dei nativi americani contro la costruzione dell’oleodotto Dakota access pipeline (Dap) dell’azienda Energy Transfer Partners. Le comunità di nativi del North Dakota protestano da mesi contro l’oleodotto, che potrebbe mettere a rischio le loro risorse idriche. Goodman ha dichiarato che si consegnerà alle autorità in attesa del verdetto.

pubblicità

Articolo successivo

Gli ultimi Jedi e gli altri film del weekend
Piero Zardo