Il Burundi ha comunicato all’Onu la sua intenzione di abbandonare la Corte penale internazionale.

28 ottobre 2016 10:10

Il Burundi ha fatto sapere all’Onu che vuole abbandonare la Corte penale internazionale. Il parlamento di Bujumbura aveva votato il 12 ottobre una legge che sancisce l’uscita del paese dalla corte, che ad aprile aveva aperto un’inchiesta preliminare sulle recenti violenze nel paese. Il 27 ottobre il governo di Pierre Nkurunziza ha inviato al segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon una lettera formale. Alla sua ricezione, l’uscita del paese dalla Cpi è ufficiale.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Baghdad cerca un ruolo da protagonista nella regione
Zuhair al Jezairy
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.