07 aprile 2017 10:04

L’Italia patteggia con le vittime delle violenze nella caserma di Bolzaneto durante il G8 di Genova. Il governo italiano ha riconosciuto i propri torti nei confronti di sei cittadini per quanto subito nella caserma di Bolzaneto il 21 e 22 luglio 2001, durante il G8 di Genova. Il patteggiamento, che prevede il versamento di 45mila euro ciascuno per danni morali e processuali, arriva al termine di un ricorso presso la Corte europea dei diritti dell’uomo per violazione del diritto a non essere sottoposti a maltrattamenti e tortura e per l’inefficacia dell’inchiesta penale sui fatti di Bolzaneto. Strasburgo ha preso atto della risoluzione amichevole tra le parti.