24 marzo 2020 12:05

Mozambico Il 23 marzo i ribelli jihadisti che da più di due anni seminano il terrore nel nord del paese hanno assunto il controllo di una parte della città di Mocímboa da Praia, prima di ritirarsi. La città si trova a pochi chilometri da alcuni immensi giacimenti di gas offshore, scoperti nel 2010. Dall’ottobre 2017 più di settecento persone sono morte nelle violenze nella provincia a maggioranza musulmana di Cabo Delgado. Circa centomila persone sono state costrette a lasciare le loro case.

Afghanistan Il segretario di stato americano ha lasciato Kabul il 23 marzo senza aver convinto il presidente Ashraf Ghani e il suo rivale Abdullah Abdullah a formare un governo di unità nazionale per portare avanti i negoziati di pace con i ribelli taliban. Pompeo ha poi raggiunto Doha, in Qatar, dove ha incontrato per la prima volta la delegazione taliban. Il segretario di stato ha annunciato che gli aiuti all’Afghanistan saranno ridotti per un miliardo di dollari e ha confermato il ritiro graduale dei soldati statunitensi.

Israele Il 23 marzo il partito Likud del primo ministro uscente Benjamin Netanyahu e altre formazioni di destra hanno boicottato i lavori della Knesset, denunciando una “deriva autoritaria” del partito centrista Blu e Bianco di Benny Gantz, incaricato di formare il nuovo governo. La destra accusa Gantz di aver costituito le commissioni parlamentari senza cercare un accordo tra le principali forze politiche. Gantz conta sull’appoggio di 62 deputati sui 120 della Knesset.

Regno Unito L’ex premier indipendentista scozzese Alex Salmond è stato assolto il 23 marzo dalle accuse di aggressione sessuale e tentativo di stupro. Era stato denunciato da dieci donne per presunti abusi commessi tra il 2008 e il 2014. Salmond, 65 anni, ha diretto il governo scozzese dal 2007 al 2014, quando si era dimesso dopo la vittoria del no nel referendum sull’indipendenza della Scozia.

pubblicità

Germania Il 23 marzo un traduttore di origine afgana che collaborava con l’esercito tedesco è stato condannato a sei anni e dieci mesi di prigione per spionaggio a favore dell’Iran. L’uomo, identificato come Abdul S., 51 anni, aveva trasmesso dei segreti di stato militari a persone legate ai servizi segreti iraniani. La moglie è stata condannata a dieci mesi con la condizionale. Il processo si è svolto a Coblenza, nell’ovest del paese.

Nazioni Unite Il 23 marzo il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha lanciato un appello per un cessate il fuoco immediato in tutto il mondo per proteggere le persone più vulnerabili dall’epidemia di coronavirus. “La furia con cui il virus si sta abbattendo sul mondo evidenzia più che mai la follia della guerra”, ha detto Guterres. Casi di contagio da Covid-19 sono stati segnalati in paesi dove sono in corso conflitti, come la Siria, l’Afghanistan e la Repubblica Democratica del Congo.