30 ottobre 2020 17:36

Il 3 novembre gli statunitensi voteranno per scegliere il nuovo presidente tra Donald Trump e lo sfidante democratico Joe Biden. Si tratta di elezioni decisive, che si svolgeranno in piena pandemia, e in un clima particolarmente teso e polarizzato, in cui entrambi gli schieramenti considerano l’eventuale vittoria dell’altro una catastrofe. In queste elezioni anche le regole del gioco vengono messe in discussione, soprattutto dal presidente in carica, che si è rifiutato di garantire una transizione tranquilla alla Casa Bianca in caso di sconfitta e ha più volte attaccato il voto per corrispondenza (particolarmente prezioso in tempi di coronavirus), definendolo più volte “frode”, “disastro” e “truffa” e parlando apertamente di possibilità di brogli da parte degli avversari democratici.

Tre reportage video spiegano quali sono le criticità di queste elezioni e quali aspetti potrebbero incidere sul risultato elettorale.


Come negli Stati Uniti i repubblicani impediscono ai neri di votare
The New York Times, 15 minuti
“Sette ore, 45 minuti e 13 secondi. È il tempo che ho impiegato alle scorse elezioni per votare”, racconta un ragazzo afroamericano. Nel sud del paese sono aumentate in questi anni le norme che ostacolano deliberatamente il voto dei cittadini neri e degli appartenenti alle minoranze. Il New York Times è andato in Georgia, dove questi metodi sono molto diffusi e dove cresce la preoccupazione per le presidenziali del 3 novembre.


La Florida mostra come Trump ha spaccato gli Stati Uniti
The Guardian, 13 minuti
Donald Trump ha polarizzato la società. Nella contea di Pinellas, in Florida, c’è un vero e proprio culto del presidente. Il reportage del Guardian racconta uno degli stati più contesi, dove tanti vicini di casa non si parlano più a causa delle loro opinioni politiche e la disinformazione sul covid-19 è molto diffusa.


Perché il voto per posta è decisivo nelle elezioni statunitensi
Le Monde, 8 minuti
Mentre fino a oggi 52 milioni di americani hanno già votato per posta per le presidenziali, Donald Trump ha attaccato a più riprese il voto per corrispondenza denunciando il rischio di brogli. Ma perché? Il video di Le Monde spiega come mai questo modo di votare divide gli schieramenti e quanto potrebbe pesare sul risultato del 3 novembre.

Internazionale ha una newsletter settimanale che racconta cosa succede negli Stati Uniti. Ci si iscrive qui.