25 giugno 2013 16:30

La fibromialgia risente del tempo?

Anche se non si sa bene quale sia la causa dell’affaticamento debilitante e del dolore muscolare tipici della fibromialgia, spesso chi ne soffre ha l’impressione che quando il tempo cambia i sintomi si aggravino. Le giornate fredde e umide e il calo della pressione sono ampiamente associati alla riacutizzazione dei sintomi della patologia, che colpisce soprattutto le donne.

In uno studio della National fibro-myalgia association, i pazienti hanno valutato i cambiamenti del tempo come una delle cause principali del peggioramento del dolore e della rigidità muscolare. A differenza del presunto legame tra artrite e cambiamenti di temperatura e pressione – che è stato perlopiù smentito – la convinzione che i sintomi della fibromialgia varino con il clima non è stata oggetto di ricerche approfondite. I pochi studi esistenti hanno trovato scarse prove del legame.

Nell’ultimo, appena pubblicato su Arthritis Care & Research, un’équipe di ricercatori olandesi ha seguito 333 donne di mezza età con la fibromialgia alla ricerca di un nesso tra clima e livello di dolore e affaticamento, e non ne ha trovati di significativi.

Conclusioni Non sembra esserci un legame tra i sintomi della fibromialgia e il clima.