10 febbraio 2011 00:00

Ogni anno il genere “calendario” riserva delle sorprese e riesce sempre a far parlare di sé. Di grande attualità, in Francia, un calendario che si apre con un’immagine del presidente Nicolas Sarkozy con un paio di occhiali scuri, come tante volte è comparso in foto.

Ma stavolta sembra sostenuto dalla sua sposa e, soprattutto, ha in mano un bastone bianco, proprio come quelli che usano i ciechi. È un’immagine forte, usata dalla Federation des aveugles de France per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi dei non vedenti che lamentano un immobilismo dell’amministrazione pubblica.

Nelle altre foto del calendario compaiono Gérard Depardieu, Ségolène Royal, Dominique Strauss-Khan, Jamel Debbouze, Zinedine Zidane e altre celebrità, tutti con il bastone bianco in mano o accompagnati da cani guida. Sono tutte dei fotomontaggi, immagini manipolate, pensate come provocazione, pubblicate senza chiedere alcun tipo di autorizzazione (anche se l’Eliseo è stato avvertito al momento dell’uscita del calendario).

Non sono mancati i commenti. Qualcuno ha fatto notare che l’immagine del presidente che avanza alla cieca è una metafora della scarsissima popolarità di cui Sarkozy gode al momento. Ma il calendario si ferma al dicembre 2011, mentre le elezioni presidenziali sono sei mesi più tardi. E quindi Sarkozy ha tutto il tempo di riacquistare la sua visione politica.

Internazionale, numero 884, 11 febbraio 2011