16 febbraio 2012 00:00

Nella collana Photo Poche, che presto arriverà a duecento titoli e che continua il suo progetto enciclopedico sulla fotografia a prezzi accessibili, finalmente comparirà un volume dedicato a Manuel Álvarez Bravo. Era una pubblicazione che aspettavamo da tempo. In pochi anni Photo Poche è riuscita a trasformarsi in un prodotto internazionale. La collana creata da Robert Delpire si trova anche in giapponese, in inglese (due versioni, statunitense e britannica), in italiano (attraverso Contrasto), in tedesco, in portoghese e in spagnolo. Le regole impongono ai vari editori di non modificare il contenuto dei volumetti, lasciandogli mano libera sulla copertina.

Il volume dedicato ad Álvarez Bravo esce contemporaneamente in Francia (con Actes Sud) e in spagnolo (con Lund­werg, che lo distribuirà in Spagna e in America Latina). La copertina francese, vagamente surrealista, è illustrata con una foto verticale a tutta pagina, Courge et escargot, i cui meravigliosi toni di grigio sono datati 1928. Per la versione spagnola è stata scelta un’altra immagine, orizzontale, più piccola: quattro uomini seduti al bancone di un locale, le cui teste sono nascoste nell’ombra. Il contenuto è sempre vagamente surreale, ma c’è un errore, perché si tratta di un’immagine del 1934 e non del 1953, come è indicato. Pazienza. Del resto quasi mai la copertina rende giustizia all’opera che presenta.

Internazionale, numero 936, 17 febbraio 2012