20 ottobre 2011 00:00

L’ossessione di mia figlia per le principesse mi preoccupa. Devo fare qualcosa o aspettare che passi? –Francesca

Dunque, vediamo. Abbiamo Biancaneve che (per la gioia delle madri apprensive) ingurgita la prima cosa che le viene offerta, e Cenerentola che (per la gioia di Carrie Bradshaw) si salva grazie a una scarpa.

Raperonzolo trova la felicità grazie ai lunghi capelli biondi e la Bella, pur di non rinunciare alle comodità del castello, si innamora di una bestia che ha il doppio dei suoi anni. E infine c’è lei, la peggiore di tutte, quella che cade addormentata per l’eternità, in attesa che il principe la svegli.

Difficilmente potrei trovare modelli di comportamento peggiori per una ragazzina. In queste favole perfino le streghe ne escono meglio, perché hanno più spirito d’iniziativa. Eppure, quando le mie figlie mi hanno chiesto per la prima volta un vestito da principessa, ho tirato un sospiro di sollievo.

E quando hanno insistito per avere bacchetta magica e  diademi, glieli ho dati senza battere ciglio. Sono bambine, e per le principesse possiamo chiudere un occhio. Cominciamo invece ad affilare le armi per quando incontreranno i modelli di comportamento che ci fanno tremare davvero. Cosa risponderai a tua figlia il giorno che ti dirà raggiante: “Mamma, sono stata invitata ad Arcore”?

Internazionale, numero 920, 21 ottobre 2011