Sopravvivere senza telefono

26 novembre 2018 14:16

A che età è giusto regalare uno smartphone a un bambino? –Nicola

Con due figlie sull’orlo degli undici anni e in piena campagna “più telefoni per tutti”, faccio questa domanda a ogni genitore che incontro. Proprio quando mi stavo rassegnando al coro unanime di “alle medie è impensabile non darglielo”, è successo qualcosa di incredibile: ho conosciuto una ragazza di terza media che non ha il telefono. Sofia, 13 anni, ha dovuto ripetermelo due volte: “No, non ho il telefono”, mentre io la scrutavo in cerca di segnali di disagio sociale che non riuscivo a trovare. “E stai bene?”, le ho chiesto con sospetto. “Sto benissimo, grazie”.

Mi sono fatto raccontare tutto, dalla sensazione di essere l’unica nel pullman della gita che non guarda uno schermo mentre parla, all’idea di non seguire le discussioni che avvengono su WhatsApp fuori dall’orario scolastico: “In realtà i miei compagni non si dicono mai nulla di importante via chat, sono solo chiacchiere e spesso neanche troppo carine”. Bisogna dire che Sofia, siccome abita in un’area periferica, va a scuola in auto e non esce quasi mai a piedi da sola, che invece è uno dei motivi per cui molti genitori scelgono di dare un telefono ai figli. Ma al di là di un discorso di sicurezza, che si potrebbe risolvere con un telefono per i tragitti da fare da soli, la vera notizia è che si può sopravvivere alle medie senza telefono. E anche bene. Quindi piuttosto che cedere alla pressione del coro unanime, è bene ragionare caso per caso e convincersi che l’età giusta per avere un telefono cambia da bambino a bambino.

Questa rubrica è uscita il 23 novembre 2018 nel numero 1283 di Internazionale, a pagina 12. Compra questo numero| Abbonati.

pubblicità

Articolo successivo

La nave Mare Jonio entra nel porto di Lampedusa
Annalisa Camilli