(Getty Images)

Colti sul fatto

(Getty Images)
21 gennaio 2020 16:32

Come dobbiamo affrontare il fatto che nostro figlio di sette anni ci ha sorpresi mentre stavamo facendo l’amore? Sempre che sia necessario affrontarlo… – Carlo e Ann

Qualche anno fa la rivista online Redmag ha pubblicato una serie di storie di genitori beccati dai figli a fare sesso. Una mamma, quando la figlia le aveva chiesto cosa stessero facendo, aveva risposto: “Una gara di solletico”. Ovviamente la bambina poi aveva voluto sapere perché la stessero facendo completamente nudi. Un’altra madre aveva spiegato al figlio di cinque anni che il rapporto orale che stava avendo con il marito era per “curargli una bua”, ma sperava che da ragazzo non avrebbe ricordato nulla di quell’episodio perché la sola idea la faceva sprofondare nella vergogna.

La più abile a negare la realtà era stata una certa Dafna di Denver: sua figlia di quattro anni li aveva sorpresi a fare sesso, attirata dai rumori di “animali selvatici” che provenivano dalla loro camera da letto. Approfittando dello stato confusionale della bambina, la madre l’aveva riaccompagnata a letto convincendola che fosse tutto un sogno. “Questo non è mai successo: stai solo sognando”.

La mia reazione preferita, però, è stata quella di Sara, 44 anni, di San Diego: quando il figlio adolescente li aveva colti sul fatto, lei aveva messo da parte l’imbarazzo approfittandone per avviare un dialogo sull’argomento. Aveva spiegato al figlio che avere una sana vita sessuale è fondamentale per l’equilibrio personale e avere dei genitori soddisfatti da quel punto di vista migliora la vita familiare di tutti, compresa quella dei figli.

Questo articolo è uscito sul numero 1341 di Internazionale. Compra questo numero|Abbonati

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il nuovo album di Grimes è ambizioso ma riuscito a metà
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.