20 maggio 2020 15:07

“Il ritmo è la melodia”, ha scritto il giornalista britannico Simon Reynolds nel suo libro Energy flash. Viaggio nella cultura rave. In realtà lui si riferiva alla jungle, un genere di elettronica che si era diffuso nel Regno Unito negli anni novanta. Ma questo discorso può valere anche per gli Lcd Soundsystem, band statunitense fondata nel 2002 dal produttore e musicista James Murphy. Sì, perché se si dovesse riassumere in una parola quello che rende eccezionale la musica del gruppo è il ritmo. È il ritmo dei Talking Heads di I Zimbra, ma anche quello dei Daft Punk e della musica house. È il ritmo indiavolato del punk, ma anche quello più sospeso di un certo post-punk.

E non si capiscono fino in fondo gli Lcd Soundsystem finché non si vede un loro concerto. Sono una forza della natura. Ti tirano dentro prendendoti per il collo con quel misto di batteria, sintetizzatori, campanacci e chitarre al servizio del gigantesco carisma e della voce di Murphy. Nei giorni in cui si festeggia l’anniversario di This is happening, il loro terzo album, conviene riguardarsi il video di qualche loro esibizione del passato. E una delle migliori disponibili online è quella del 2010 a Glastonbury. Comincia subito forte, con Us v them, e prosegue a tutta velocità fino a Movement, oltre il tramonto. Riguardatevela, così capirete cose voleva dire Simon Reynolds quando ha scritto “il ritmo è la melodia”.