12 giugno 2008 00:00

“Quasi tutto quello che in tv viene presentato come ‘informazione’ sono mezzibusti e battibecchi. La maggior parte degli articoli che escono sui giornali sono comunicati stampa e fax riscritti. Invece un sacco di gente pagherebbe per avere un buon giornale. Oggi quello che ci viene spacciato per informazione è ripetitivo, semplicistico e insultante”. Nel 1993 lo scrittore americano Michael Crichton, quello di Jurassic Park, scrisse per Wired un articolo sull’estinzione dei mass media intitolato Mediasaurus. Quindici anni dopo, intervistato da Slate, rincara la dose. “La democrazia ha bisogno di un buon sistema dell’informazione. Nell’economia globale, una società che cambia rapidamente ed è altamente tecnologizzata ha bisogno di un buon sistema dell’informazione. Ma non c’è. Non abbiamo nulla che ci si avvicini. Al contrario, abbiamo un’informazione sempre più compressa e controllata da soggetti sempre più faziosi, a scapito della società”. Sembra l’Italia, ma è l’America. Magra consolazione.