09 febbraio 2012 00:00

Il posto è importante. Il posto dove nascono le idee, per esempio: se Mark Zuckerberg non avesse frequentato l’università di Harvard, probabilmente Facebook non avrebbe mai visto la luce. Il posto dove si vive: se Zuckerberg non si fosse trasferito a Palo Alto, in California, forse Facebook non sarebbe mai diventata una startup di successo.

Facebook ha solo otto anni, ma secondo gli investitori vale più di colossi come la Boeing. Marc Andreessen, il fondatore di Netscape, racconta: “Zuckerberg è molto determinato a costruire un’azienda che duri a lungo”. Ed è molto concentrato su due cose, spiega il New York Times: Facebook ed essere il capo di Facebook. ”Dopo il collocamento in borsa è improbabile che Zuckerberg prenda i suoi miliardi e lasci l’azienda”.

Ha un quarto delle azioni della società e grazie agli accordi con gli altri soci ha un potere di voto che equivale al 60 per cento delle quote. “Nell’eventualità in cui controlli la società al momento di morire”, ha addirittura il potere di designare il suo successore. Mark Zuckerberg ha 27 anni. A lui il posto fisso non sembra affatto monotono.

Internazionale, numero 935, 10 febbraio 2012