Azione

23 febbraio 2012 00:00

David Ogilvy è stato uno dei grandi nomi della pubblicità. Il 7 settembre 1982 spedì una nota a tutti i dipendenti della sua agenzia. Era intitolata “Come scrivere”. Eccola, nella traduzione di Luisa Carrada.

• Meglio scrivi, più farai carriera in Ogilvy & Mather. Chi pensa bene scrive bene.

• Chi non ha le idee chiare, scrive testi confusi, lettere confuse, discorsi confusi.

• Scrivere bene non è un dono di natura. Dovete imparare a scrivere bene.

Ecco dieci suggerimenti:

  1. Leggi il libro Writing that works di Kenneth Roman e Joel Raphaelson. Leggilo tre volte.

  2. Scrivi come parli. In modo naturale.

  3. Scrivi parole brevi, frasi brevi, paragrafi brevi.

  4. Non usare parole gergali come riconcettualizzazione, demassificazione, attitudinalmente, pregiudizialmente. Sono tutti segni distintivi degli asini arroganti.

  5. Non scrivere mai più di due pagine. Qualunque sia l’argomento.

  6. Controlla le citazioni.

  7. Non inviare mai una lettera o un memo lo stesso giorno in cui li scrivi. Rileggili ad alta voce la mattina dopo, e correggi.

  8. Se si tratta di qualcosa di importante, fatti aiutare da un collega.

  9. Prima di inviare la lettera o il memo, assicurati che la tua richiesta sia più che chiara.

  10. Se vuoi AZIONE, non scrivere. Vai e chiedi quello che vuoi.

Internazionale, numero 937, 24 febbraio 2012

pubblicità

Articolo successivo

Sergej Loznitsa ci porta in una Russia caotica e surreale
Francesco Boille