16 settembre 2021 16:28

A fine agosto una donna di 23 anni ha partorito una bambina. Fin qui niente di strano. Però la donna, di cui si sa solo il nome, Amra, è una cittadina italiana di origine bosniaca, il parto è avvenuto in una cella del carcere romano di Rebibbia, e ad assisterla non c’erano né medici né infermieri ma un’altra detenuta, anche lei incinta.

La notizia è stata resa pubblica da Gabriella Stramaccioni, garante delle persone detenute a Roma. Marta Cartabia, ministra della giustizia, ha avviato un’indagine. Anche perché l’articolo 275 del codice di procedura penale dice che “quando imputati siano donna incinta o madre di prole di età non superiore a sei anni (…) non può essere disposta né mantenuta la custodia cautelare in carcere, salvo che sussistano esigenze cautelari di eccezionale rilevanza”. Amra era stata arrestata dai carabinieri a Roma il 23 giugno per il furto di un portafogli.

Il Rapporto di metà anno dell’associazione Antigone fa il punto sulla situazione delle carceri italiane. Al 30 giugno 2021 ci sono 53.637 persone detenute, di cui 2.228 donne (4,2 per cento) e 17.019 stranieri (32,4 per cento), per 50.779 posti ufficialmente disponibili e un tasso di affollamento reale del 113,1 per cento. La percentuale di detenuti stranieri è in calo dal 2018. Undici istituti hanno un affollamento superiore al 150 per cento. Un detenuto su tre è in carcere per violazione della legge sulla droga. L’1,7 per cento dei detenuti ha più di 70 anni. Il 36 per cento dei detenuti deve scontare meno di tre anni: “Se si puntasse sulle misure alternative si ridurrebbero significativamente i numeri dell’affollamento”.

Sono 25 i bambini di età inferiore ai tre anni che vivono insieme alle loro madri detenute in carcere. Dopo il parto Amra è stata ricoverata in ospedale per cinque giorni e oggi è libera in attesa di processo. “Una vita che nasce dietro le sbarre è una sconfitta per tutti”, ha detto Mauro Palma, il garante nazionale delle persone detenute.

Questo articolo è uscito sul numero 1427 di Internazionale. Compra questo numero | Abbonati